Gli Stili Della Scrittura Alfabetica Egiziana

Gli Stili Di Scrittura Alfabetica Egiziana

 

1. La Categorizzazione Occidentale Deviosa Degli Alfabeti In Ordine Alfabetico Egiziano

Come detto in precedenza, nonostante tutti i fatti, il mondo accademico occidentale ha fabbricato una storia di come lo script ‘ ieratico ‘ è stato degenerato dai simboli pittorici geroglifici, e che la sceneggiatura “demotica” era ulteriore degenerazione del già degenerato “ieratico” copione! Poi inventarono la storia che i cristiani in Egitto adottarono l’alfabeto “greco” e aggiunsero alcune lettere aggiuntive dalla versione degenerata più degenerato in modo che potessero usarla per i loro scritti religiosi! Nessun fatto di supporto di sorta. L’intero schema devioso è duplice:

1. negare l’Egitto come origine dell’alfabeto.

2. per collocare un paese europeo come fonte di alfabeti reali con “vocali”.

Qui ci sono le delineazioni artificiali del mondo accademico occidentale sugli stili di scrittura alfabetici antichi egiziani:

i. Lo script “ieratico” erroneamente chiamato è rivendicata, dagli accademici occidentali, come una forma unica di scrittura corsiva della lingua egiziana. È inoltre sostenuto dagli accademici occidentali che questo stile “unico” è stato ampiamente utilizzato dai sacerdoti per i testi letterari o religiosi, nonché per i documenti aziendali e personali.

Questo è assolutamente falso e fuorviante, per “ieratico” significa sacro/religioso, ed è un ossimoro chiamare uno script “ieratico” che non ha alcuno scopo sacro/religioso! Il mondo accademico occidentale ha classificato gli scritti egiziani della natura più banale come “ieratico”; come quelli trovati su pezzi di ceramica e pietra chiamato Ostraka, così come le etichette sulle navi!!

Eppure, non c’è nulla di sacro/ieratico sulle etichette sulle bottiglie!

Anche le chips di struaka [mostrate sotto] hanno iscrizioni che vengono erroneamente chiamate “ieratiche” dalle accademie occidentali! Gli argomenti che si trovano su tale Ostraka sono mondani [non-ieratici/sacri], come:

-Documenti di lavoro, memorandum di lavoro, rapporti ispettivi.
-Liste di operai, razioni e forniture.
-Un registro di un visitatore del cantiere.
-Il roster di una spedizione in cava.
-Registrazioni giornaliere del lavoro svolto.
-Note di visite di ispezione da parte di scribi e superiori.
-Rosters degli operai qualificati e non qualificati impiegati in cantiere.

. . .

ii. Script di Enchorial/demotic è rivendicata dagli accademici occidentali come una forma unica di scrittura corsiva della lingua egiziana. È ulteriormente sostenuto dalle accademie occidentali che questo stile “unico” è stato utilizzato per gli affari di tutti i giorni, per gli antichi egiziani. È sostenuto dagli accademici occidentali che era una specie di stenografia molto corsiva per la scrittura rapida che era piena di legature, abbreviazioni e altre peculiarità ortogonali. Come tali, queste Accademie sostengono che il record demotico è dominato da materiale legale, amministrativo e commerciale, composizioni letterarie, testi scientifici e persino “religiosi” che sono stati scritti in una mano più calligrafica.

Se accademie sostengono che questo script è stato utilizzato per “testi religiosi” così come i documenti aziendali, come è possibile chiamare questa forma corsiva rapida “demotic” quando è stato utilizzato per scopi ieratici/sacri nella scrittura religiosa?!

. . .

iii. Copta script è rivendicata dagli accademici occidentali come una forma unica di scrittura corsiva della lingua egiziana. È inoltre dichiarato dalle accademie occidentali per pura ripetizione (e contrariamente ai fatti), che una forma di scrittura “copta” è stata sviluppata circa 300 CE per l’uso della popolazione cristiana in Egitto che consisteva delle lettere dell’alfabeto greco con altri sei caratteri (derivato dall’antico alfabeto demotico egiziano) per esprimere suoni che erano peculiari della lingua egiziana! Mostrato di seguito è “Coptic script” da Nag Hammadi codices. È scritto in manoscritti onciali del e ha la stessa esatta lettera antica egizia-forma migliaia di anni prima dell’era greca.

Il cosiddetto “Copto”/”greco” script è in realtà un antico egida forma di scrittura. Erano i greci che li adottarono dagli egiziani, quando arrivarono in Egitto come mercenari o per studiare, e non il contrario.

Nel 17° secolo, padre Athanasius Kircher ha riconosciuto, nelle sue estese opere analitiche, che la sceneggiatura “greca” è l’antico egiziano in origine. E per questo, era gravemente ridicolizzato dai suoi compagni europei.

 

2. I Veri Due Script Alfabetici Primari Egiziani [Uncials E Corsivo]

Clemente di Alessandria, in Stromata libro V, capitolo IV, ci dice chiaramente del reale due stili primari di scritti alfabetici; così come i geroglifici egiziani pittorici non correlati:

“Ora quelli istruiti tra gli egiziani hanno imparato prima di tutto quello stile delle lettere egiziane che si chiama Epistolografica[corsiva cioè” composta come una serie di lettere “]; e secondo, lo stile ieratico, che gli scribi sacerdotali eseguono; e infine, e ultimo di tutti, il geroglifici,…

Il terzo elemento, essendo il geroglifici egiziano e la sua natura, significati, ecc, è stato discusso in precedenza.

Clemente non affermò mai che lo stile egiziano “ieratico” era una forma “corsiva” o “degenerata” di geroglifici. Geroglifici era in particolare l’ultima forma che ha menzionato.

L’ultima modalità di scrittura è geroglifici non è di lettere e parole, ma Clemente riaffermò ciò che tutti gli scrittori di antichità avevano indicato: che i geroglifici egiziani sono di tre nature — imitative, figurativi e allegoriche.

Così Clemente d’Alessandria specifica due modalità di scrittura alfabetiche primarie — una per uso domestico/comune/pubblico e un’altra che viene eseguita esclusivamente dai sacerdoti egiziani e utilizzata esclusivamente per gli scritti religiosi.

Stile corsivo Stile sacerdotale [religioso]
Un fluido, arrotondato, Quadrato, non inclinato, segmentato
Uncials — lettere scritte separatamente
Scrittura a mano [cufico] Formale/libro
Facile da scrivere Facile da leggere
Affari interni [secolare/civile] Questioni teologiche

Al fine di rendere più facile per i lettori che sono stati fuorviante dalle false categorizzazioni degli accademici occidentali, offriamo qui le vere delineazioni con riferimento incrociato ai sbagliati stili di scrittura egiziani di riferimento dell’Accademia occidentale:

i. Stile corsivo pulito [erroneamente etichettato dall’Accademia occidentale come stile “ieratico”]

Questa è stata un’applicazione più attenta utilizzata per i documenti legali, professionali [scientifici e medici] e governativi. Questi sono stati accuratamente eseguiti da scribi specializzati e altamente qualificati secondo gli standard fissati in ognuna di tali applicazioni, che sono identificati come forme calligrafiche specifiche [da discutere più avanti in questo capitolo].

Come in tutta la scrittura corsiva egiziana, era ᛗ/non ᛗ secondo un sistema specifico, come discusso in precedenza. Come tale, si dimostra che alcune lettere hanno forme diverse quando utilizzato come la prima lettera in una parola (iniziale) rispetto a quando usato altrove nella parola (mediale, finale).

Mostrato sopra è un campione dello stile “ieratico” erroneamente etichettato (dal mondo accademico occidentale) come appare nel papiro di Ebers, che sembra esattamente come l’erroneamente etichettato (dal mondo accademico occidentale) “sceneggiatura demotica!

ii. Stile corsivo pubblico [erroneamente etichettato dagli accademici occidentali come stile “demotico”]

Gli script che non sono destinati a essere di documenti pubblici, ma per affari e affari quotidiani non erano limitati a qualsiasi forma standard [calligrafica] (s) e non sono stati eseguiti da scribi ufficiali.

Tale categoria di script/documenti/scritti esteso a lettere private.

Come in tutta la scrittura corsiva egiziana, era ᛗ/non ᛗ secondo un sistema specifico, come discusso in precedenza. Come tale, si dimostra che alcune lettere hanno forme diverse quando utilizzato come la prima lettera in una parola (iniziale) rispetto a quando usato altrove nella parola (mediale, finale)..

Poiché tali script sono stati fatti da scribi non professionali, c’erano differenze-spesso minori ma ancora evidenti-in script, vocabolario, morfologia e/o sintassi; come ci si aspetterebbe lo stesso con la scrittura moderna.

Come era comune con questo tipo di categoria di scrittura incontrollata, c’era frequente uso di abbreviazioni, soprattutto con parole che vengono utilizzate frequentemente.

iii. Stile sacro/ieratico [erroneamente etichettato dall’Accademia occidentale come stile “Copto”]

Nei loro scritti sacri, i sacerdoti antichi egiziani [come confermato nella dichiarazione di Clemente sopra] usavano i Uncials — la forma non corsiva non connessa di lettere alfabetiche. Come indicato in un capitolo precedente, ogni lettera alfabetica nella lingua egizia [che è stata copiata in seguito “arabo”] ha quattro forme — la prima delle quali è la forma di lettera onciale.

Nonostante tutto il rumore accademico/asserzioni, non c’è un singolo testo religioso egiziano scritto in quello che erroneamente etichettato “hieratic” sceneggiatura, che è una scrittura corsiva e non manoscritti onciali del.

Il mondo accademico occidentale rinominò la vera scrittura onciale che gli antichi Egiziani usavano per scopi religiosi come “Copto”, che dichiararono essere “un’adozione egiziana dell’alfabeto greco con alcune lettere addizionali da demotico”! Non c’è un singolo record storico per confermare le loro asserzioni fabbricate.

 

[Estratti dalle  Ancient Egyptian Universal Writing Modes (modalità di scrittura universali egizie antiche) di Moustafa Gadalla]

Le antiche modalità di scrittura universali egizie

Visualizza contenuti del libro a https://egypt-tehuti.org/product/ancient-egyptian-universal-writing-modes/

————————————————————————————————————————–

Punti vendita per l’acquisto di libri:
R – I tascabili stampati sono disponibili su Amazon.com
B – L’audiolibro è disponibile su kobo.com, ecc.
C – Il formato PDF è disponibile su Smashwords.com e https://books.google.com/
E – Il formato Mobi è disponibile su Amazon.com e Smashwords.com