Le Sinergie Archetipiche

Le Sinergie Archetipiche

 

1. Associazioni E Manifestazioni

Le energie rappresentate dai vari Neteru (divinità/divinità) raramente funzionano individualmente, ma sono spesso alleate o fuse con altre Neteru (divinità/divinità). L’Unione di certe coppie di energie/attributi complementari (forme maschili e femminili) si traduce in una terza energia/attributo. Le Trinities sono talvolta rappresentate insieme come un’unica entità composita; a volte separatamente e talvolta in forma binaria.

In termini umani, una famiglia è composta da un uomo, una donna e un bambino. I tre sono una sola unità, una famiglia. Ci sono anche relazioni binarie come: marito-moglie (matrimonio), padre-figlio (paternità), e madre-bambino (maternità).

Le divinità egiziane sono collegate in un complesso e mutevole array di relazioni. Le connessioni e le interazioni di un NETER con altre divinità contribuiscono a definirne il carattere. Tali relazioni erano il materiale di base da cui si formano le allegorie egiziane.

Occorre distinguere tra associazioni di divinità e manifestazioni di principio NETER nei principi/forme di altri Neteru. Ad esempio, è sbagliato supporre che re-Sebek sia un’associazione di due divinità. Quando ci rendiamo conto di ciò che rappresenta re, allora possiamo capire che re-Sebek è la manifestazione della forza di creazione [essere re] nella forma/aspetto Sebek. Come accennato in precedenza, la litania di re Mostra la sua manifestazione in 75 forme/aspetti.

Le combinazioni sinergiche non erano permanenti. Un NETER/netert che era coinvolto in una combinazione continuò ad apparire separatamente e formò nuove combinazioni con altre divinità.

Le sinergie combinate si trovano fondamentalmente nelle combinazioni Dual, triple, ottad e Enneade, per essere dettagliate come segue:

 

2. Le Dualità

La duplice natura universale della creazione si manifesta in varie applicazioni, come identificato nell’antico Egitto. Ogni aspetto di dualizzazione del processo di creazione è rappresentato da due attributi divini: Neteru. A seconda di ogni aspetto specifico, il Neteru dualizzante [ma sempre una combinazione solare e lunare] può essere:

-Una femmina e un maschio
-2 femmine
-2 maschi
-2 metà di unisex

Alcune dualità sono state discusse in tutto questo libro. Per informazioni dettagliate, leggete la cosmologia egiziana: l’universo animato [terza edizione] di Moustafa gadalla, dove troverete una discussione dettagliata su diverse dualità; tre aree distintive:

A. creazione — aspetti formativi
-Pre-creazione dualità di generi gemelli
-Shu e Tefnut — i creatori di bolle
-Isis e Nephthys — sorelle gemelle
-Il Maati
-Re & Thoth
-Isis & Osiris — il doppio dinamico
-Seth — incluso w/Maat w/Horus w/Osiris w/Ptah

B. aspetti dell’unificazione
-Le “due piante”
-Horus & Thoth
-Due hapis [unisex]
-Qareens delle due terre

C. aspetti ciclici
-Osiris & Horus
-Re & Osiride
-Aker-Twin Lions

 

3. Le Trinities

Gli antichi egizi riconoscevano il significato della Trinità nel processo di creazione. Come tale, i testi antichi egizi rendevano la Trinità come un’unità espressa dal singolare pronome — sono i tre che sono due che sono uno.

I principi della creazione sono l’unità, la dualità e la Trinità. Questo è chiarito nel papiro egizio antico noto come il papiro Bremner-Rhind:

Dopo essere diventato un NETER (Dio), c’erano [ora] tre Neteru (dèi, Dee)in me…”— riferendosi alla triade di Atum e al doppio Shu-e Tefnut.

Le varie Trinità sono legate alla natura diversa della dualità all’interno di ogni Trinità.

Alcuni Trinità sono stati discussi in tutto questo libro. Per esempi più dettagliati, leggi la cosmologia egiziana: l’universo animato [terza edizione] di Moustafa gadalla.

 

4. Gli Ogdoadi

Al numero 8, troviamo l’essere umano creato a immagine di Dio, il primo principio. La nostra esistenza terrena all’8 ° Regno è una replicazione e non una duplicazione — un’ottava. Un’ottava è lo stato futuro del passato. La continuazione della creazione è una serie di repliche — ottave. Otto, quindi, corrisponde al mondo fisico manifestato come lo sperimentiamo.

In Egitto, il ben noto bara di testo di Petamon [Cairo Museo articolo n. 1160] afferma:

Io sono uno che diventa due,
che diventa quattro,
che diventa otto,
e poi io sono uno di nuovo.

Questa nuova unità (una di nuovo) non è identica, ma analoga, alla prima unità (io sono uno). La vecchia unità non è più, una nuova unità ha preso il suo posto: il re è morto, viva il re. Si tratta di un rinnovo o di auto-replicazione. E per tenere conto del principio dell’autorreplicazione, sono necessari 8 termini.

Otto è il numero di Thoth e di Khmunu (Hermopolis). Thoth (alias Hermes/Mercurio) è chiamato il maestro della città degli otto.

Thoth era il messaggero del Neteru (dèi, Dee) della scrittura, del linguaggio e della conoscenza. Thoth diede all’uomo l’accesso ai misteri del mondo manifesto, che erano simbolizzati dal numero otto.

Stanza 80 dell’antico egizio Leiden Papyrus J350 ripercorre la creazione raccontata a Khmunu (Hermopolis), che si occupa di Ogdoad — il primordiale otto che comprendeva la prima metamorfosi di Amon-re, il misterioso, nascosto che è riconosciuto come Ta-tenen a Men-Nefer ( Memphis); poi ka-Mut-f a TA-APET (Tebe)-Eppure tutto il resto pur rimanendo uno.

Pertanto, la manifestazione della creazione in 8 termini è presente in tutti e quattro i centri cosmologici antichi Egizi:

  • A Memphis, Ptah, nelle sue 8 forme, creò l’universo.
  • A Heliopolis, ATAM creò gli 8 esseri divini.
  • A Khmunu (Hermopolis), 8 Neteru primordiale — l’Ogdoad — creò l’universo. Erano la rappresentazione dello stato primordiale dell’universo.
  • A Luxor (Tebe), Amun/Amen dopo essersi creato in segreto, creò l’Ogdoad.

La manifestazione della creazione attraverso 8 termini si riflette anche nel processo mistico di squadratura del cerchio. [Vedere i dettagli in un capitolo precedente in relazione alla dualità di re & Thoth].

Pre-creazione dualità di genere Twin

I testi egiziani affermano che nun — il caos pre-creato — possedeva caratteristiche che erano identificate con quattro coppie di poteri/forze primordiali. Ogni coppia rappresenta i gemelli primordiale Dual-generi-gli aspetti maschili/femminili.

I quattro maschi delle coppie sono rappresentati come rane. Le quattro femmine delle coppie sono rappresentate come serpenti. Gli otto esseri sono raffigurati con le loro gambe legate, indicative della loro natura essenziale come azione; ma mentre nel Regno soggettivo (prima della creazione), sono inerti. Avere le gambe legate rappresenta le loro energie potenziali.

 

5. Enneadi

Il numero nove segna la fine della gestazione e la fine di ogni serie di numeri. Se moltiplicato per qualsiasi altro numero, si riproduce sempre (3 x 9 = 27 e 2 + 7 = 9 o 6 x 9 = 54 e 5 + 4 = 9 e così via).

Nove segna la transizione da una scala (i numeri da 1 a 9) a una scala superiore (a partire da 10), e quindi è il numero di iniziazione, che è ancora una volta simile alla nascita di un bambino dopo nove mesi.

Un bambino umano è normalmente concepito, formato e Nato in nove mesi; un fatto che ha molto a che fare con il ruolo e l’importanza attribuita al numero nove dell’antico Egitto.

Corrispondentemente, l’antico egizio si riferisce ad un gruppo di nove divinità come un’unità — essendo un Ennead. Come detto in precedenza, troviamo che per quanto riguarda almeno 5000 anni fa, i testi della piramide rivelano l’esistenza di tre società di dèi, e ogni società consisteva di 9 Neteru (dèi, Dee).

I testi egiziani parlano di tre Enneadi, ognuna delle quali rappresenta una fase del ciclo di creazione.

I nove aspetti di un Ennead non sono una sequenza, ma un’unità, che interpenetrano, interagiscono e interbloccate.

[Per ulteriori informazioni sul misticismo dei numeri in Egitto, leggi Cosmologia egizia: l’universo animato, terza edizione di Moustafa Gadalla.]

 

[Un estratto dalle Egyptian Divinities: The All Who Are THE ONE, 2nd ed.(divinità egizie: il tutto chi è l’uno, 2a edizione) di Moustafa Gadalla]

Divinità egizie: il tutti coloro che sono l'uno, 2 ° ed.

Visualizza contenuti del libro a https://egypt-tehuti.org/product/07-details-80-egyptian-divinities-gods-goddesses-specific-roles/


Punti vendita per l’acquisto di libri:

A – I tascabili stampati sono disponibili su Amazon.com
B – L’audiolibro è disponibile su kobo.com, ecc.
C – Il formato PDF è disponibile su Smashwords.com e https://books.google.com/
E – Il formato Mobi è disponibile su Amazon.com e Smashwords.com