La Proporzione Cosmica Della Figura Umana

La Proporzione Cosmica Della Figura Umana

 

La proporzione è la commisurazione di varie parti che costituiscono il tutto. Il corpo umano è un esempio tipico di proporzione armonica, in quanto è stato modellato in modo tale che le varie parti siano commisurate al tutto.

Nell’Antico Egitto, il canone della proporzione armonica delle figure umane differiva solo tra bambini e adulti. Le differenze riflettevano le effettive differenze fisiche tra questi due stadi. Alla nascita, è l’ombelico che divide l’altezza del bambino in due metà. Una volta che lo sviluppo è terminato (al raggiungimento della pubertà), il punto di giuntura delle gambe (organi riproduttivi) si trova a metà altezza della figura adulta. La posizione dell’ombelico ora divide l’altezza in parti non uguali che rendono le parti e il tutto conformi alla proporzione di Neb (aurea).

I più antichi documenti ritrovati risalenti alla V dinastia mostrano che il punto più alto definito lungo l’asse verticale è l’attaccatura dei capelli sulla testa della persona, nel momento in cui viene introdotto nel regno terreno.

Le raffigurazioni egiziane indicano accuratamente (con una fascia, una corona, un diadema o una giuntura) una linea divisoria per definire la parte superiore del cranio dell’uomo terreno, separando così la corona dal cranio. L’altezza del corpo veniva misurata senza la corona, come mostrato in questa griglia ritrovata dell’Antico Egitto.

Tehuti (sopra) indica sia l’apertura verticale delle braccia stese (griglia di 18 quadrati) che quella orizzontale, lunga come una griglia di 22 quadrati.

 

La rappresentazione dei neteru (dei/dee) e/o degli esseri umani nell’aldilà è raffigurata su una griglia di 18 quadrati, per l’intera altezza fino alla sommità della testa (quindi compresa la corona della testa).

La differenza di altezza tra i due regni rivela che gli antichi Egizi conoscevano molto bene la fisiologia e il ruolo degli umani sulla terra.

La rimozione di questa parte del cervello umano (la corona sulla testa) lascia l’uomo vivo, ma privo di discernimento, quindi senza alcun giudizio personale. La persona è in uno stato vegetativo, cioè vive e agisce solo come esecutore di un impulso ricevuto, senza una scelta effettiva. È come una persona in coma.

Sulla griglia formata da 18 quadrati (o il rapporto equivalente a 0,618 di un sistema con o senza griglia), l’ombelico si trova a circa 11,1 quadrati a partire dalla base del tallone. Tale divisione segue le leggi dell’armonia tra le due parti stesse e il tutto, secondo le due relazioni seguenti:

1. Il rapporto tra le due parti (superiore e inferiore) dell’altezza divina (griglia formata da 18 quadrati) è armonico.

Superiore: Inferiore pari a 0,618
Inferiore: Superiore pari a 1,618

Raffigurazione umana su una griglia originale dell’Antico Egitto nella tomba KV22 di Amenhotep III

 

2. Tra le due parti e l’intera Unità (altezza divina) – considerando l’altezza totale (fino all’attaccatura dei capelli della testa dell’uomo terreno) uguale a 1 – il corpo dai piedi all’ombelico, nel canone egiziano –, è uguale al reciproco della proporzione di Neb (aurea) (1/N), cioè 0,618. La porzione tra l’ombelico e l’attaccatura dei capelli sulla testa è uguale alla potenza 2 del reciproco della proporzione di Neb (aurea) (1/ N2), cioè 0,382.

1/N + 1/ N2 = 1

0,618 + 0,382 = 1

dove N = la proporzione di Neb (aurea) (1,618)

A causa dell’intima relazione tra la successione ricorrente e la proporzione di Neb (aurea), concludiamo che anche le diverse parti della figura seguono la successione ricorrente [come mostrato nella griglia].

 

[Un brano dell’ L’architettura metafisica dell’Antico Egitto di Moustafa gadalla]

Visualizza contenuto libro a https://egypt-tehuti.org/product/larchitettura-metafisica-dellantico-egitto/

——————————————————————————————————————-

Punti vendita per l’acquisto di libri:
A – I tascabili stampati sono disponibili su Amazon.com
B – Il formato PDF è disponibile su Smashwords.com e https://books.google.com/
D – Il formato Mobi è disponibile su Amazon.com e Smashwords.com